Torna alla sezione:La vite e il vino a Pompei

Giardino di Octavius Quartio

2010
Firenze, Opera Laboratori Fiorentini

Abitazione signorile di Pompei, vide negli anni precedenti l'eruzione del Vesuvio del 79 d.C. una serie di lavori di rinnovamento e l'aggiunta del giardino, attraversato da due canali le cui acque, in occasione di cerimonie legate al culto isiaco, provocavano inondazioni artificiali a simulare la forza fecondatrice del Nilo. Due pergolati accompagnavano per tutta la lunghezza il canale centrale; ai loro lati correvano altri filari di viti e un terzo pergolato ombreggiava il canale superiore. Notevole la produzione di vino, confermata dal ritrovamento di numerose anfore all'interno dell'abitazione.