Loading...

X

MILANO c. 1509

Abbandonata a Firenze l’incompiuta Battaglia, Leonardo è rientrato a Milano, al servizio dei Francesi. Si riduce l’attività artistica, concentrata sul lento proseguimento di alcune grandi opere mai consegnate ai committenti (Sant’Anna, Monna Lisa, San Giovanni), e sulla creazione di nuove idee compositive riprese dagli allievi. Il tempo di Leonardo è sempre più impegnato dalla ricerca scientifica (le dissezioni anatomiche, il volo degli uccelli, lo studio delle acque, le scienze della terra, la geometria ecc.), e dall’attività di scrittura. La sua biblioteca continua ad espandersi. Le carte e i manoscritti sono però diventati ormai un labirinto di migliaia di pagine in cui lo stesso maestro non riesce più ad orientarsi. Leonardo lavora quindi a diversi progetti di riordinamento e composizione di libri, e scrive e riscrive centinaia di testi (ad esempio, nel Codice Leicester). Al suo servizio, un giovane allievo milanese dotato di buona cultura umanistica, Francesco Melzi, che comincia ad aiutarlo in questa difficile opera.

L'evoluzione della biblioteca di Leonardo (Milano ca. 1509)

Titolo del libro:

X

I libri di Leonardo - Alchimia

X

I libri di Leonardo - Architettura

X

I libri di Leonardo - Arte militare

X

I libri di Leonardo - Arti figurative

X

I libri di Leonardo - Astronomia

X

I libri di Leonardo - Filosofia

X

I libri di Leonardo - Fisica

X

I libri di Leonardo - Grammatica

X

I libri di Leonardo - Geografia

X

I libri di Leonardo - Letteratura

X

I libri di Leonardo - Matematica

X

I libri di Leonardo - Medicina

X

I libri di Leonardo - Ottica

X

I libri di Leonardo - Religione

X

I libri di Leonardo - Scienze

X

I libri di Leonardo - Scienze naturali

X

I libri di Leonardo - Storia

X

I libri di Leonardo - Tecnologia

X

I libri di Leonardo - Veterinaria

X

I libri di Leonardo - Agronomia

X

I libri di Leonardo - Psicologia

X

I libri di Leonardo - Fisiognomica